Articoli

Lugano – In questo articolo ti spiego perché la crisi economica non è colpa tua. Ti rivelo quali punti influenzano la crisi del commercio, la crisi dei negozi e dei commercianti. Capirai come la tua attività commerciale viene influenzata dalla crisi economica. Scopriremo infine una delle cose più importanti che puoi fare oggi per uscire dalla crisi economica aziendale o per alleviare i problemi della crisi.

Se la tua attività commerciale è in crisi, fa fatica ad andare avanti e magari è addirittura a rischio, forse hai già pensato di avere sbagliato qualcosa. Ti posso dire subito che non è colpa tua.

Molti commercianti cercano le cause dei pochi risultati, delle perdite.

Molti commercianti si chiedono sempre perché quell’attività che prima funzionava ora rende di meno.

Quali sono allora le vere cause?

Le cause come sempre sono molteplici.

In questo articolo vediamo assieme che alcune cause possono essere risolte e che la crisi può essere alleviata.

Nonostante tutto però, non sei tu la causa di questo problema che affligge molte persone.

Le crisi accompagnano grandi cambiamenti.

Possono cambiare le condizioni favorevoli di posizione del tuo negozio o della tipologia di servizio che offri.

Possono però cambiare anche le persone, ossia i consumatori.

Hai mai pensato a come è cambiato il mondo del commercio negli ultimi anni?

Il commercio è in continua evoluzione. Ancora oggi.

La crisi economica è un sintomo di questo cambiamento.

Dobbiamo abituarci perché le cose continuano a cambiare sempre più velocemente.

Ecco perché le crisi si susseguono. Anzi, sembrano non finire mai.

Tu però non puoi farti carico delle cause, perché le cause derivano in primo luogo dalle abitudini dei consumatori.

È colpa dei clienti?

Non voglio dire che i tuoi clienti sono la causa. Voglio dire che se il mondo evolve, evolvono anche i tuoi clienti e con essi evolvono anche le attività commerciali.

Fammi spiegare.

Crisi economica

[fonte immagine: Depositphotos.]

È un ciclo, che si ripete, che continua ogni giorno, e non finirà mai.

Bisogna entrare in questo meccanismo che continua a girare e farne parte sempre in prima linea.

Come?

Lo vediamo presto, ora voglio però raccontarti un aneddoto molto importante.

Risolvere la crisi economica che ha sempre forme diverse

Molti anni fa, prima dei computer, c’era un forte commercio locale.

Le prime multinazionali nascevano, però le realtà locali non erano toccate da queste nuove multinazionali. O meglio, non erano toccate in maniera così marcata come oggi.

Perché?

Perché quello che le multinazionali non possedevano lo avevano invece le realtà locali.

Cosa?

Sto parlando delle comunità di persone. Le realtà locali conoscevano i loro clienti, si parlavano e si scambiavano consigli tra un acquisto e l’altro.

Le comunità locali erano persone che si conoscevano, che si fidavano e con cui nasceva uno scambio di beni e servizi, il commercio locale.

Possiamo paragonare la crisi che vivono tutti con il cambiamento da quel mondo ormai lontano da quello di oggi.

Non mi segui?

Ora ti spiego.

Non sto dicendo che oggi non c’è una comunità locale, non c’è fiducia e non c’è passaparola.

Tutt’altro. Oggi il passaparola è la manna dal cielo per molte realtà aziendali.

Le comunità locali sono importanti come allora.

La fiducia in un rapporto commerciale è essenziale in un mondo dove ci sono sempre più persone che ne approfittano perché non trovano altri metodi etici per andare avanti.

Ma le cose sono evolute. Tutto quanto sopra descritto è cambiato, perché le persone hanno cambiato abitudini e oggi agiscono in maniera differente rispetto a prima.

Forse ancora non mi capisci, ti faccio un esempio.

Quando sono subentrate nelle nostre case le pagine gialle nel 1967 il commercio è cambiato.

Davvero?

Forse all’inizio nessuno le utilizzava e molti le cestinavano.

Ma gli innovatori in questo caso sono stati quelli che le hanno utilizzate per primi.

Il commercio è stato così influenzato da un libro contenente tutto il ventaglio di possibilità commerciali a disposizione.

Ma è stato maggiormente influenzato da tutte quelle persone che le hanno utilizzate per primi.

Con comodità e velocità si poteva scoprire chi vendeva un bene o servizio vicino a noi.

Si poteva chiedere opinioni a chi si conosceva sui negozi della zona.

Dunque le relazioni erano sempre importanti e utili. Il passaparola non è mai morto.

Avevano a portata di mano un nuovo strumento per trovare subito e facilmente quello che serviva nella propria zona.

Le abitudini sono cambiate.

Le cose sono cambiate.

Capire il cambiamento delle abitudini per superare la crisi economica aziendale costante

Chiaro, oggi non è più così.

Oggi siamo in un mondo ancora diverso, le abitudini sono cambiate, e il commercio è cambiato.

La crisi è l’evoluzione delle abitudini delle persone che ogni giorno sfruttano nuovi strumenti per trovare ciò di cui hanno bisogno.

A volte riescono a fare a meno di qualcosa che prima avevano bisogno.

Ma non è questo il nostro caso.

Altre volte cercano qualcosa che va bene per le loro nuove abitudini.

Crisi economica aziendale

[fonte immagine: pixabay.com]

Prima di tutto le abitudini cambiano per i più innovativi.

Non sto parlando di tutti.

Un prodotto per tutti non è per nessuno.

Parlo dei più innovativi tra coloro che acquistavano regolarmente da te, il tuo prodotto, il tuo bene o servizio.

Già qui, una fetta di persone viene subito persa dopo un cambiamento delle abitudini.

Successivamente si sparge la voce, subentra il passaparola e la fetta più grande di persone inizia a comportarsi come hanno fatto gli innovatori qualche tempo prima.

Ma gli innovatori stanno già pensando a altro.

Ma come?

Sì gli innovatori adottano subito tutti i nuovi strumenti.

E con il tempo influenzeranno a loro volta la massa centrale del grafico qui sotto.

Crisi economica

[fonte immagine: Pk link da La mucca viola di Seth Godin.]

L’ultima fetta di persone sono i più lenti a cambiare abitudini.

Chi sono queste persone?

Persone molto conservative, che fanno fatica a cambiare, che non si adattano facilmente alle novità. Ma cambieranno anche loro come la massa.

Solamente più tardi.

Mentre gli innovatori apporteranno nella società nuove abitudini, nuovi strumenti, nuovi mezzi per soddisfare i propri bisogni e i propri desideri.

Le 3 tipologie di persone che influenzano le crisi economiche aziendali

Come spiegato precedentemente queste tipologie di persone sono importanti.

Ricapitolando le suddiviso in queste tre fasce di persone diverse.

Ecco le 3 tipologie di persone di cui ho parlato e con cui avrai sempre a che fare:

  • Innovatori
  • Adottatori di massa
  • Conservativi

A sua volta gli adottatori di massa si distinguono in adottatori precoci e adottatori ritardatari.

Non voglio però entrare in merito a questa suddivisione, considerando la massa l’insieme degli adottatori precoci e degli adottatori ritardatari.

Ecco come un negozio, un commercio, un’attività commerciale che nasce oggi, nel giro di poco tempo, o meglio subito, si dovrà occupare di persone con esigenze diverse.

Se stai pensando a quale negozio aprire in tempo di crisi ti consiglierei di aprirne uno che soddisfi il desiderio della massa.

Ma guarderei anche agli innovatori, adattando così la forma del mio nuovo negozio a quello che può essere il suo futuro.

Guardando in questa direzione è necessario restare aperti al cambiamento delle abitudini dei tuoi consumatori.

Chiedersi quando la crisi sarà finita o quando si uscirà dalla crisi per aprire un’attività non è la soluzione.

La soluzione è cavalcare la crisi e riuscire a cogliere le sue opportunità.

Quali?

Lo vediamo ora. Continua a leggere.

Soluzioni per uscire dalla crisi economica

Alcune persone sanno come approfittare della crisi economica, concentrandosi sugli innovatori, sulla massa, e addirittura sulla fascia di conservatori.

Il problema della crisi non è tuo, il problema è dato dalle abitudini dei consumatori.

No. Come ho già detto la crisi economica non è causa tua. Eccoci arrivati al punto in cui ti dico che tu puoi affrontare la crisi.

Come?

Scegliendo a chi vuoi rivolgerti. E l’ideale è accontentare tutte le tre fasce di persone per sopravvivere alla crisi economica e ai suoi cambiamenti. Spesso epocali.

Come puoi fare?

Concentrandoci sulla realtà attuale della tua attività commerciale.

Ma concentrandoci anche sulle tecnologie, sul digitale, sulle nuove forme adottate oggi per raggiungere nuovi clienti in maniera diversa.

Perché in maniera diversa?

Come uscire dalla crisi economica

[fonte immagine: pixabay.com]

Perché come detto le abitudini continuano a cambiare, e alcuni le cambiano più velocemente degli altri.

Se qualche anno fa la tua attività commerciale era performante e ora non lo è più è perché una fetta di tuoi clienti ha cambiato abitudini.

Una fetta di tuoi clienti innovatori e anche quelli di massa hanno adottato abitudini diverse e bisogna dargli la possibilità di soddisfarle continuando a farlo attraverso la tua attività commerciale.

Oggi il commercio deve rivolgersi in maniera differente a queste tre fasce di consumatori.

C’è per esempio chi preferirà farti visita in negozio, chi ti ordina per e-mail e chi acquisterà dal tuo shop online facendolo addirittura dal suo smartphone.

Sono tre persone completamente diverse per tre differenti tipologie di servizi e tre differenti stili di comunicazione e relazione.

Vuoi dire che mi sto concentrando solo su un tipo di persona?

Esattamente. Un tipo di persona che sta sempre diventando sempre più rara. Come sempre e come tutti i tipi di persona.

Perché noi evolviamo in quello che è il cambiamento delle abitudini.

Non è necessario creare uno shop online, o aprire la pagina Facebook della propria attività.

È diverso.

O meglio è incompleto.

Adottare le strategie necessarie per combattere la crisi economica, alleviare la crisi e salvarsi

Attraverso strategie e tecniche digitali è necessario essere presente agli occhi delle persone costantemente, in tutti i formati, in diversi tipi di comunicazione, su tutti i media della tipologia di cliente che vuoi raggiungere.

Vuoi sapere qual è una delle tecniche digitali più in voga oggi?

Una di queste tecniche è quella di intercettare la domanda di beni e servizi direttamente tramite Google.

Sembra assurdo ma molte persone oggi cercano quello di cui hanno bisogno su Google.

Quando trovano un risultato curiosano.

E banalmente per esempio cliccano all’interno della pagina web per telefonare all’attività commerciale e finalizzare la loro richiesta o esprimere il loro desiderio.

Poche aziende sfruttano questa possibilità perché questa possibilità non c’è da sempre.

Sai che a un costo minimo puoi essere presente nella prima pagina di Google?

Puoi esserlo anche gratis. Ma con una facilità incredibile e fin da subito puoi esserlo anche pagando Google in base a quante visite ti porta.

E la maggior parte delle persone che visitano il tuo sito per esempio telefonano alle attività commerciali che trovano. E sai perché è importante?

È come essere nella rosa dei candidati, ovviamente se non ci sei non puoi concorrere al risultato finale, invece se ci sei ti giochi la tua possibilità di essere il vincitore finale.

Questa possibilità si sta sviluppando oggi nella massa delle persone, la fascia centrale. Gli innovatori lo hanno fatto da tempo e ora la massa risponde a questo strumento.

Presto anche le persone cosiddette ritardatarie cambieranno la loro abitudine e inizieranno fare la stessa cosa che gli innovatori hanno già fatto qualche anno fa.

Conoscendo in anticipo le tendenze delle abitudini, cogliendo i cambiamenti, quello che si perde in una fetta di persone che sono state sempre nostre clienti, si guadagna dall’altra parte con nuovi clienti.

Ecco come fare a risolvere il problema crisi o alleviare il problema della crisi economica.

Rinnovando così il ciclo per il quale l’evoluzione e il cambiamento delle abitudini è l’unico colpevole dei tuoi mancati guadagni.

Tecniche come questa le spiego più dettagliatamente nel prossimo articolo dove parlo di tecniche pubblicitarie e di marketing per ritrovare la tua fetta di clienti mancante.

Scoprirai tecniche che oggi usano le multinazionali e solo qualche altra piccola azienda.

Sono tecniche con le quali puoi già anticipare gran parte della tua concorrenza.

A causa dello stesso discorso di abitudini di cui ti ho parlato.

Non è colpa tua se la tua clientela si è assottigliata a causa della crisi economica.

Ci sono però aziende come persone che cambiano abitudini più facilmente e aziende che le cambiano solo dopo.

È normale, non tutti siamo propensi a fidarci dei nuovi strumenti così facilmente come gli innovatori.

Ma prima o poi ci adatteremo e lo faremo.

Spesso conoscerli è solo il punto di partenza per cambiare abitudini. È chiaro che non si può immaginare cose che ancora non esistono.

Se però questi strumenti e queste tecniche ti vengono spiegate puoi iniziare a valutare quello che puoi fare. In altri casi le noterai solo quando le stanno già utilizzando gli altri.

Funziona così per tutti, non siamo scienziati che prevedono il futuro.

Siamo persone che guardano il mondo e vedono le differenze solo quando le incontrano.

Se sei curioso di scoprire queste nuove tecniche ti consiglio di leggerle subito in questo nuovo articolo.

[Bibliografia]: La mucca viola di Seth Godin.

Lugano – Oggi in questo articolo vediamo come trovare nuovi clienti con tecniche di marketing online che usiamo per i nostri clienti. Scopriremo un mondo sommerso con il quale alcune aziende furbe sfruttano queste tecniche digitali per emergere dalla crisi ma anche per superare la concorrenza e trovare più clienti.

Indice pratico dell’articolo:

Ogni tipologia di servizio o prodotto ha bisogno della sua tecnica.

Se non hai letto l’articolo che ho scritto sulla crisi economica e su come uscirne ti consiglio di farlo ora.

Ti posso dire subito che purtroppo la crisi economica è diventata costante, perché il mondo cambia molto velocemente e noi facciamo fatica ad adattarci.

Ecco perché qualcuno non riesce a uscire dalla crisi, perde clienti e arriva a gravi conseguenze.

Capita che per alcune tipologie di servizio o prodotto simili le tecniche di marketing digitale usate siano diverse.

Sto per mostrarti alcune delle soluzioni più usate per affrontare il cambiamento epocale che imperversa in tutto il mondo.

In questo articolo voglio parlare meglio di tecniche adatte a Artigiani, Negozi e Servizi.

Partiamo?

Bene. Come prima cosa voglio dirti che non c’è una soluzione miracolosa.

Come no?

Sì le soluzioni ci sono, ma devono essere studiate a tavolino e testate. Perché testate?

Spesso per esempio una soluzione che può fare al caso di un artigiano non può fare al caso di un altro artigiano.

Ti faccio un esempio molto semplice e forse addirittura banale.

Se un artigiano fattura in media 200 franchi, non possiamo proporgli un servizio di pubblicità che per ogni cliente trovato ne spende 150.

Questo perché quei 50 franchi di differenza non basterebbero a coprire i costi amministrativi e degli operai che eseguono il lavoro.

In alcuni casi può essere una soluzione se il cliente trovato online ritorna a essere cliente una seconda volta, e poi una terza e così via.

Qui entra in gioco la soddisfazione del cliente e le qualità dell’artigiano.

Il nostro caso però non è questo.

Noi vogliamo trovare clienti online e farlo al più basso costo possibile.

Vogliamo che se spendi 100 otterrai abbastanza per coprire tutte le spese e ovviamente guadagnarci.

Come facciamo?

Cerchiamo la soluzione migliore al tuo caso. Dunque studiamo e testiamo le nostre strategie e le adattiamo al contesto.

Ma ora vediamo subito assieme qualche tecnica utile su come trovare nuovi clienti online.

Come trovare nuovi clienti per gli Artigiani

Gli artigiani attendono una chiamata per intervenire.

Spesso lavorano con le imprese edili e con le amministrazioni condominiali e degli stabili a reddito (con un unico proprietario).

In questo caso ci concentriamo sul privato che cerca l’artigiano per un lavoro casalingo.

Ecco che una delle più facili soluzioni potrebbe essere quella di trovare clienti che telefonano all’attività artigianale.

Chi chiama vuole effettuare una riparazione, o vuole assistenza in merito a qualche bene e servizio.

Pk link adotta anche tecniche di marketing digitale che sembrano semplici, ma lo fa sempre puntando a ottenere risultati.

Semplicemente in questo caso intercettiamo online la domanda dei clienti.

Come?

Semplice, trovando clienti su Google.

Cosa?

Oggi sempre più persone cercano online la soluzione ai loro desideri e ai loro problemi.

Google permette di farsi notare a queste persone, offrendo a loro la nostra soluzione.

Rispondere alla domanda: come trovare nuovi clienti? Google ci viene in aiuto.

Dati statistici di Google confermano come 3 persone su 4 cercano dapprima online tramite il loro smartphone per soddisfare i propri bisogni.

Trovare nuovi clienti

[fonte immagine: Think with Google.]

Noi che lo sappiamo adottiamo la tecnica per intercettare questa domanda e girarla all’artigiano nostro cliente.

Una volta che l’artigiano riceve le richieste telefoniche le tratta normalmente, come un’altra qualsiasi richiesta telefonica.

Ecco che sulla quantità di domande mensili dei clienti l’artigiano ha un nuovo flusso di richieste di lavoro.

Ma quanto costa?

Questa tecnica non è costosa. L’artigiano paga Google e paga l’agenzia pubblicitaria.

Come detto prima il totale dei costi deve essere minore delle entrate.

Noi però non vogliamo solo che sia minore. Vogliamo che sia adeguato al punto che l’artigiano guadagni fin da subito.

Ecco come con un budget minimo è possibile assicurarsi di essere presente lì dove la tua concorrenza molto probabilmente ancora manca.

Si trae così un vantaggio competitivo molto utile anche per il futuro.

Queste tecniche pubblicitarie digitali possono essere utilizzate anche per diverse tipologie di servizio. E anche non solo per gli artigiani.

Per esempio, l’artigiano che esegue più servizi può trarre vantaggio su diversi fronti.

Pk link ha bisogno di sapere tutti i servizi che offri per trovare le direzioni giuste da dare alla tua pubblicità online.

Se un servizio rende poco è possibile lasciare attivi solo gli altri.

Tutto è adattabile affinché il cliente ottenga guadagno da questo nuovo flusso di clienti online.

Non è un caso come in questo articolo di Business Insider si parla di come i mestieri artigianali più antichi sono quelli che rendono di più andando online. Ne ho parlato meglio in questo articolo.

Andare online non significa essere una star del web.

Significa farsi notare. Essere nella rosa dei candidati per essere scelto.

Le tue qualità restano l’arma per essere scelto tra tutti, ma essere notato è sempre fondamentale.

Come trovare nuovi clienti online per i Negozi: con o senza e-commerce.

I negozi oggi sono sempre più confrontati con gli e-commerce. Ma è davvero utile farsi trovare online?

A questa domanda si può rispondere in una maniera semplice e in una un po’ più articolata.

La maniera semplice è che come detto prima, 3 su 4 possessori di smartphone cercano prima la soluzione al loro desiderio online.

Dunque essere nella rosa dei candidati, nella valutazione e nel ventaglio di scelte del potenziale cliente è indispensabile.

La maniera più articolata di rispondere a questa domanda è un discorso più ampio che riguarda le tecniche di marketing digitale utilizzate per farsi trovare online.

Infatti quando per i negozi si parla di farsi trovare online si pensa subito all’online shop.

Certo può essere molto utile, ma non è l’unico modo di farsi trovare online.

Può bastare anche molto meno. Basta usare Google o basta usare anche Facebook.

Attraverso gli strumenti che adottano i più intraprendenti e furbi si può essere in prima linea anche senza avere uno shop online.

Per esempio esiste la possibilità di farsi notare alle persone attorno a te e al tuo negozio.

Non solo.

Sicuramente se vendi un determinato prodotto vorresti farti trovare dalle persone attorno che sono più interessate ad acquistare quel prodotto.

Con Facebook questo è già possibile da diversi anni.

Se il tuo negozio è in una città, sicuramente le persone di passaggio possono notarti anche senza conoscere dove ti trovi.

Le persone possono così scoprire la tua ultima offerta o una tua serie di prodotti mentre sorseggiano un caffé al bar a due isolati da te.

Essere sotto agli occhi delle persone è importante.

Esserlo nel momento giusto è ancora più importante.

Ecco perché attraverso Facebook puoi sfruttare determinati strumenti per trovare per esempio persone che stanno per compiere gli anni.

O che hanno amici che stanno per compiere gli anni, che stanno per sposarsi, o che hanno appena avuto un bambino.

Capisci come per le occasioni importanti della propria vita essere presenti a chi potrebbe acquistare è vitale.

Non solo.

Con la pubblicità in TV, sui giornali o alla radio lanci il tuo messaggio agli ascoltatori e al pubblico.

Ma quante di queste persone sono interessate ai tuoi prodotti?

Rispetto al costo di questa pubblicità quali risultati ottieni?

È quasi sempre più utile essere presente alle persone che sono in linea con ciò che vendi.

Con Facebook puoi farlo sfruttando gli interessi che queste persone hanno e profilando il pubblico a cui è rivolta la tua pubblicità, facendola vedere solo a determinate persone.

Vendi prodotti per gatti e quindi fai pubblicità solo a chi possiede gatti.

Vendi abbigliamento da bambino e quindi fai pubblicità solo alle mamme che hanno bambini di quell’età.

Questo è fondamentale per non spendere dove non serve e riuscire a guadagnare coprendo i costi pubblicitari e dell’agenzia pubblicitaria.

C’è dell’altro?

C’è Google.

Google può essere utilizzato proprio per intercettare la domanda e trovare nuovi clienti online.

Ancora una volta rispondiamo con Google alla domanda: come trovare nuovi clienti?

Come ben ricordi 3 su 4 delle persone cercano dapprima online tramite il loro smartphone e poi acquistano. Tutto qua? No.

Infatti sempre secondo dati stastici di casa Google il 76% delle persone che cercano dapprima online tramite il proprio smartphone visitano il negozio entro le 24 ore successive.

Questo è grandioso.

Come trovare nuovi clienti

[fonte immagine: Think With Google.]

È come avere potenziali clienti sparsi nella nostra zona che vogliono soddisfare i loro desideri.

Ecco come qualcuno cercherà un determinato prodotto su Google e troverà te.

Ma se vendi anche altri prodotti chi li cercherà troverà ancora te.

E così via a seconda di cosa offre il tuo negozio. Ora è più chiaro no?

Non hai bisogno di avere uno shop online per fare pubblicità online.

Certo avere uno shop online sarebbe ancora un bel passo in più. Soprattutto in ottica della concorrenza Amazon.

Perché?

Perché se tu ora hai i tuoi fedeli clienti non puoi restare ancora tranquillo.

Devi assicurarti che i tuoi fedeli clienti rimangano anche dopo.

Probabilmente ti stai chiedendo cosa c’entra Amazon. Te lo dico subito.

Bisogna abituare i nostri clienti a trovarci anche online.

Perché come spiegato nell’articolo sulla crisi economica costante che ti consiglio di leggere le cose cambiano molto velocemente nel mondo di oggi.

A volte non basta sapere solo come trovare nuovi clienti, ma bisogna sapere anche come mantenere i nostri clienti fedeli.

Se non abituiamo i nostri clienti all’idea che possono raggiungerci anche online, i nostri clienti si abitueranno all’idea che online c’è solo Amazon, o magari quell’altro negozio.

Abbiamo iniziato ad acquistare online perché le persone hanno cambiato le loro abitudini.

Ma cosa succede se voglio cambiare abitudini e l’offerta che ho sempre avuto a disposizione non lo permette?

Probabilmente opterei per qualcosa di diverso.

Ecco perché è importante avere anche uno shop online.

E così facendo ci vengono in aiuto due tipologie di servizi:

Che diavolata sono?

Come trovare nuovi clienti con Google Shopping

Semplice. Google Shopping è un marketplace dove chi cerca in Google determinati prodotti trova una vasta scelta di quei prodotti che rimandano ai rispettivi online shop dei negozianti.

Come partecipare?

Per partecipare è necessario pubblicizzare. Ma la bella notizia è che rende.

È un tipo di pubblicità che rende proprio perché il visitatore che arriva sta cercando quel determinato prodotto.

Stesso discorso fatto in precedenza.

Poco importa se dopo avere visto il tuo prodotto nel tuo negozio online deciderà di acquistarlo offline facendoti visita.

Se lo fa è perché ti ha visto online. Ma la maggior parte delle persone fa diversamente.

Infatti lo shopping online è sempre più utilizzato.

Oggi si acquista sempre di più tramite smartphone. Sembra incredibile.

Eppure le persone acquistano ovunque sono, senza bisogno di avere un computer a disposizione.

Ecco dove è andata una parte dei clienti che non arriva più al tuo negozio. Si è spostata online.

Secondo dati statistici di casa Google oltre il 40% di chi cerca un prodotto online lo acquista tramite smartphone.

 

[fonte immagine: Think With Google.]

Ti è poi capitato di guardare un prodotto su un sito e ritrovartelo anche navigando su Facebook?

Come trovare nuovi clienti con le Facebook Dynamics Ads

Alcuni siti gestiti da persone furbe e in gamba utilizzano quello che si chiama il pixel di Facebook.

Cos’è?

Questo pixel associa la tua visita a un sito con il suo profilo Facebook. Quindi?

Detto fatto. Quando qualcuno guarda il sito di un prodotto o servizio, e poi l’abbandona, Facebook ti dà la possibilità di raggiungerlo con la tua pubblicità anche lì.

E quindi?

Ecco perché se sei interessato a un prodotto Facebook lo sa. E se lo sa puoi sfruttare questa opportunità di farti notare a chi è interessato.

E se ho tanti prodotti?

Se hai tanti prodotti, come un e-commerce, Facebook fa il lavoro per conto tuo.

Associa a ogni prodotto la lista delle persone che lo hanno guardato e la tua pubblicità unica diventa dinamica.

Che vuol dire?

Che a ogni persona sarà mostrato un annuncio diverso in base al prodotto che hanno guardato.

Questo semplifica molto la gestione e ovviamente aumenta molto il rendimento del tuo shop online.

Ovviamente non finisce qui. C’è dell’altro?

Sì. Tutte queste tecniche di marketing e pubblicitarie possono essere utilizzate assieme secondo strategie predefinite.

Per esempio chi arriva sul tuo sito da Google perché ha cercato il tuo prodotto può essere raggiunto successivamente e facilmente anche su Facebook.

O per esempio chi clicca su un tuo specifico link pubblico può essere raggiunto successivamente e facilmente sempre tramite Facebook.

Ecco come puoi mostrare una carrellata di annunci come fosse un percorso da intraprendere per arrivare all’acquisto. Usando solo la forza e la potenza della pubblicità online.

A questo punto di starai chiedendo: ma quanto costa?

Ripeto che la strategia che Pk link adotta è quella di riuscire a coprire i costi pubblicitari e dell’agenzia pubblicitaria e ovviamente di guadagnarci.

Dunque a conti fatti la pubblicità può essere fatta per lunghi periodi o addirittura per sempre senza spendere nulla.

Solo perché la strategia porta guadagni che vanno anche a coprire le spese.

La situazione che Pk link crea è quella chiamata Win Win. Tu guadagni e sei contento e Pk link mantiene il cliente attivo.

Ecco perché Pk link punta a quei clienti che vedono il costo pubblicitario e dell’agenzia come un investimento a lungo termine che apporti guadagni. Ma non è finita qui.

Come trovare nuovi clienti per l’offerta di Servizi

Anche chi offre servizi può trovare clienti online. Si sfruttano tecniche digitali che variano molto a seconda del servizio offerto.

Siamo un’agenzia che offre servizi e quindi sappiamo come farlo bene ma sappiamo anche dell’altro.

La pubblicità online è importante ma per ogni cosa e ancora più per i servizi restano importanti anche le relazioni, il cosiddetto networking.

Le relazioni oggi possono essere mantenute anche online, ma conoscere le persone offline resta sempre un ottimo punto di partenza e di arrivo.

Attraverso il social selling è possibile trovare clienti online sfruttando i social network.

I principali sono:

Facebook è molto indicato per il B2C, mentre Linkedin per il B2B.

Cosa significa?

Il primo si rivolge ai consumatori privati, il secondo ai consumatori business, ossia le aziende.

Ma questa non è l’unica tecnica di marketing.

Oggi si possono sfruttare molti strumenti grazie a Google Ads e Facebook Ads che trovano facilmente gruppi di persone che stanno cercando proprio un determinato servizio in quel determinato momento.

Quello fondamentale per ottenere risultati è il percorso che le persone fanno attraverso il processo di vendita per arrivare all’acquisto finale. Quindi?

Dunque se un utente ti scopre per la prima volta vuole sicuramente conoscere più informazioni su di te.

Bisogna dargliele, bisogna farsi notare e spiegarsi.

Bisogna nutrire queste persone con le informazioni necessarie per scegliere.

Per farlo possiamo ancora una volta utilizzare la pubblicità online.

Possiamo strutturare percorsi adatti alla customer journey (il percorso che compiono i clienti per arrivare all’acquisto) e segnare un sentiero funzionante che trova clienti alla tua attività.

Possiamo dare la possibilità a chi vede il tuo primo contenuto di guardare subito direttamente il secondo contenuto.

Senza che sia la pubblicità a mostrarglielo.

In questo modo le persone possono informarsi autonomamente anche senza che la nostra pubblicità sia visualizzata.

Questo è il caso di un potenziale cliente molto interessato a quello che offri.

Volendo possiamo quindi memorizzare chi clicca per guardare il tuo prossimo contenuto multimediale in maniera di creare un insieme di persone molto interessate alla tua offerta.

Ecco come online si può fare una selezione accurata dei visitatori del tuo sito e trarre vantaggi competitivi non indifferenti.

Potresti essere un avvocato, un commercialista, un’agenzia di assicurazioni, un freelancer, o qualsiasi altra figura professionale e libero professionista.

Quello di cui hai bisogno è un percorso.

Per sapere come trovare nuovi clienti Pk link intervista i suoi clienti e studia il singolo caso per arrivare a una strategia che funzioni.

Come ogni strategia testarla è fondamentale. Bisogna scoprire i difetti e risolverli. Bisogna ottimizzarla.

Ma soprattutto bisogna creare un sistema quasi del tutto passivo per trovare clienti con il minimo sforzo.

Non è affatto facile trovare una strategia. Pk link ci riesce?

Abbiamo solo clienti soddisfatti, perché sono clienti che continuano a credere in noi e che continuano a fare pubblicità che porta risultati.

Siamo certificati in Google Ads, Facebook Ads e in copywriting, le fondamenta di ogni comunicazione.

Se qualcosa non funziona Pk link è la prima a dire no e a cambiare o a smettere.

Come già detto puntiamo al risultato per il cliente affinché si instauri una situazione Win Win.

E vogliamo fare recuperare i costi pubblicitari e dell’agenzia al cliente facendolo ovviamente anche guadagnare.

Solo così conviene anche a noi.

Conclusioni su come trovare nuovi clienti

In questo articolo abbiamo visto solo alcune delle tecniche su come trovare nuovi clienti che utilizziamo ogni giorno per aziende B2C o B2B che fanno affidamento a Pk link. Oggi con la pubblicità online puoi fare tutto.

E per farlo bisogna padroneggiare gli strumenti adatti ma anche sapere in quale direzione andare.

Una pubblicità per trovare clienti online deve essere studiata per essere il meno costosa possibile e ottenere il massimo dei risultati possibili.

Deve poi essere anche quasi del tutto passiva, quindi automatizzata e passare in modalità manuale solo quando serve.

Se non si ottengono i risultati un’agenzia pubblicitaria onesta non dovrebbe continuare. Dovrebbe smettere nell’interesse del cliente e del suo. Ricordi? Situazione Win Win.

Vuoi sapere come trovare nuovi clienti online sfruttando queste e altre tecniche? Cerchi anche tu la tua situazione Win Win?

Trovala compilando qui ora. Chiedici adesso la tua ora di consulenza gratuita.

[Bibliografia: Think with Google, Google Shopping, Facebook, Linkedin.]

[fonte immagine di copertina: Depositphotos.]

Lugano – In questo articolo voglio portare alla luce un caso reale accaduto in Ticino (Svizzera). Come un Tuttofare ha avuto successo online arrivando ad apparire addirittura in una trasmissione TV.

Era il 2016 quando mi sono imbattuto in una pubblicità online di un Tuttofare.

Mi ha incuriosito subito il suo approccio inusuale per la sua professione con il web.

Ho iniziato a seguire il caso e mi sono detto:”Perché non proporre un articolo dedicato a come un tuttofare ha fatto una semplice promozione online per pubblicizzare la sua attività locale?”.

Eccoci qui, vuoi sapere come ha fatto ad arrivare in TV?

Leggi quello che ho da dirti. Sarà molto interessante.

Il Tuttofare ha iniziato aprendo il sito internet della sua attività locale.

La sua direzione ha però preso subito una forma diversa rispetto a ogni concorrenza.

Il suo sito non è rimasto lì fermo manifestando un semplice:”Ci sono anche io”. Anzi.

Il Successo Online di Un Tuttofare

[fonte immagine: pixabay.com]

Il Tuttofare ha sfruttato il suo sito internet aziendale.

Corredato da un blog dove insegna a fare piccoli lavoretti di casa, ha iniziato a pubblicizzarsi online con Facebook e Google.

Non si è appoggiato a siti internet come subito.it, Cerca e Trova o altre tipologie di servizio simile.

Oltre a creare una pagina Facebook, ha iniziato a pubblicare piccoli video dei suoi lavoretti artigianali.

Attraverso i suoi post costanti su Facebook e la pubblicità online dei suoi post ha iniziato a farsi conoscere in tutto il Ticino.

La sua tendenza non era quella di fare una pubblicità puramente informativa.

Tendeva a renderla spesso virale, accomunando anche momenti familiari, trattandosi del così detto marito a noleggio.

Ha raccolto momenti di lavoro e ha reso partecipe le persone di questa tipologia di mestiere. Ma ha fatto anche di più, la ciliegina sulla torta.

Ha creato una community di persone interessate al suo lavoro e alla sua storia.

Non solo.

Queste persone erano interessate anche alla sua pura simpatia, resa pubblica attraverso le promozioni online.

Molte persone lo seguivano e si appassionavano al suo personaggio.

Il Tuttofare ha avuto anche l’accortezza di creare una mailing list.

Attraverso vari contest online dove estraeva a sorte ore di lavoro gratuito in cambio della email degli utenti.

L’email marketing gli ha permesso di creare una forte consistenza al suo lavoro.

Ha espanso la sua professionalità e le sue competenze sul territorio a macchia d’olio.

L’email marketing è importante anche per raccogliere l’elemento primario della tua community.

Se un giorno la pagina Facebook fosse chiusa, non perderebbe tutta la sua community in un nanosecondo.

Tuttofare Online

[fonte immagine: pixabay.com]

Potrebbe ripartire da zero in un istante, appoggiandosi ad altri canali social come YouTube o Instagram, o ricreando la sua pagina Facebook completamente da zero.

I contest inoltre permettevano anche di avere la viralità necessaria per farsi anche solo conoscere localmente come Tuttofare intraprendente.

Attraverso gli strumenti di promozione online, usati in maniera accorta e coraggiosa, si è creato un personaggio attorno al suo mestiere che non poteva non essere notato.

Infatti, le sue capacità sono state notate anche dai media che gli hanno con il tempo dedicato vari articoli in merito al suo lavoro e alla sua storia.

Non è tutto.

Perché anche la TV ha iniziato a curarsi di lui e l’ha chiamato in studio per girare alcune puntate di un servizio dedicato al fai da te.

La sua simpatia aveva creato una community, e la community aveva dato a lui quella importanza di pubblico che serviva anche a un programma televisivo.

Se non credi ai tuoi occhi ecco a questo link il sito del marito a noleggio Tuttofare con le puntate video televisive che ha girato.

Chiaramente la sua strada non è stata una vera e propria passeggiata.

Ma la sua caparbietà, la sua costanza, la sua determinazione gli hanno permesso di crearsi un lavoro partendo da una situazione non invidiabile.

La disoccupazione.

Ecco perché ho proposto questa storia e l’ho sottoposta ai tuoi occhi e alla tua lettura.

Perché come lui ci possono essere tante altre persone, artigiani o altre tipologie di professionisti.

Quello che è riuscito a fare il Tuttofare è quello che faranno sempre più professionisti che si pubblicizzano online.

Il Tuttofare ha anticipato tutti, è stato il primo per la sua tipologia di servizio ed è stato anche quello più conosciuto e più apprezzato.

Lui in realtà non ha avuto molta concorrenza perché è stato unico, la sua concorrenza è stata presa in contropiede.

Molti ancora oggi possono prendere in contropiede la propria concorrenza, perché oggi le cose sono cambiate.

Promuoversi online significa innanzitutto sapere cosa puoi fare, come farlo e perché farlo.

A tale proposito ho preparato un documento essenziale per te che stai leggendo.

Questo documento che ho chiamato “Metodi di promozione online” è importante per iniziare a comprendere tutto il potenziale che c’è dietro alla pubblicità online.

Per avere questo documento essenziale in maniera gratuita ti invito a compilare i campi qui sotto e riceverlo subito tramite email.

Se gli strumenti esistono, ma nessuno te li spiega e te li fa conoscere, diventa difficile credere a quello che puoi fare.

Diventa difficile anche riuscire a fare quello che hai solo letto sul web, sui giornali o visto in TV.

Ecco perché in questo documento troverai tutti gli strumenti disponibili oggi per promuoversi online.

Puoi avere un’ampia conoscenza di come oggi i più furbi si stanno facendo pubblicità online.

Parlo di pubblicità misurabile.

Dà i suoi frutti in maniera misurabile e ti permette di raccogliere dati e informazioni su quale performance ha il tuo investimento.

E di quali e quanti risultati ottieni.

Sarà tutto sotto ai tuoi occhi, e non potrai fare a meno di capire perché funziona e quanto funziona.

Il mondo sta cambiando, internet ha rivoluzionato il nostro modo di comunicare, la pubblicità è cambiata, il lavoro è cambiato.

Non possiamo aspettarci di ottenere risultati migliori senza cambiare, perché oggi è tutto diverso da ieri.

Bisogna compiere il primo passo e per farlo ti invito a iniziare a leggere il documento “Metodi di promozione online” che ho scritto apposta per te. Buona e proficua lettura, a presto.

Lugano – In questo articolo scoprirai come vendere online sfruttando Amazon, Ebay e senza sito internet. Quali strumenti utilizzare a seconda di quello che vuoi ottenere e del budget che hai a disposizione. Puoi vendere online e farlo velocemente anche senza un e-commerce, e se sfrutti la tecnica di promozione online Google Shopping puoi trovare molti più clienti fin da subito.

Indice pratico dell’articolo:

Hai un tuo negozio online?

Leggi cosa ho da dirti perché hai trovato il posto giusto per capire come ottenere subito di più dal tuo shop online.

Vuoi iniziare a vendere online?

Puoi farlo senza grandi spese e anche senza grandi conoscenze tecniche, segui quello che ho da dirti per scoprire come vendere online iniziando subito.

Sei pronto?

Si parte.

Leggi tutto quello che ho da dirti perché ti confronterai con quello che non conosci ancora.

I due canali più comuni e più famosi per vendere online sono indubbiamente Amazon e Ebay. Ma vediamo le caratteristiche per capire subito cosa puoi fare.

In questi casi non ti serve avere un tuo sito internet. Ma leggi fino in fondo perché scoprirai una tecnica molto utile se vuoi vendere online con il tuo e-commerce.

Vendere Online su Amazon

Il canale Amazon come sai è molto famoso ovunque nel mondo.

Chi non lo conosce?

Puoi creare subito un negozio attraverso Amazon iniziando a vendere online con semplicità.

Le caratteristiche economiche del negozio online Amazon oggi sono le seguenti:

  • da 0.99 euro + IVA come commissione per vendita (piccola quantità di vendite)
  • 39.00 euro + IVA al mese con l’account Premium (grandi quantità di vendite)

Amazon ti dà la possibilità di vendere facilmente e velocemente in tutta Europa per te che sei di lingua italiana.

Inoltre i tuoi prodotti possono essere stoccati, imballati e spediti direttamente da Amazon attraverso il servizio Logistica di Amazon. Non solo.

Vuoi sapere come Amazon ti sorprenderà?

Amazon gestirà il tuo servizio clienti, i resi e i reclami 24 ore su 24, dandoti la possibilità ai tuoi clienti di ricevere i prodotti con spedizione gratuita o anche con consegna in giornata.

Avrai più tempo per dedicarti alla creazione dei tuoi prodotti e ai tuoi affari.

Anche il processo di vendita online come la spedizione e il servizio post vendita è infatti importante per soddisfare la tua clientela sotto molteplici aspetti.

Se vuoi aprire un negozio Amazon ecco da dove partire.

Vendere Online con Amazon

[fonte immagine: pixabay.com]

Hai sentito parlare anche di Ebay? Forse sì.

Come Vendere Online su Ebay

Ebay è il secondo marketplace più famoso, anche in Italia.

  • Permette di aprire un negozio online e creare aste conosciute soprattutto per vendere l’usato.
  • Con l’opzione Compralo subito puoi vendere i tuoi prodotti nel tuo stock partendo dalla tariffa per negozio base di 17 euro + IVA al mese. Normalmente è la tipologia di negozio che può bastare per iniziare alla grande.
  • Ebay non fornisce la logistica, ma fornisce un sistema di gestione delle spedizioni semplice e efficace.

Questo sistema richiede però che tu stesso gestisci gli ordini e il servizio alla clientela, compresi gli eventuali resi e reclami.

Ovviamente costa di meno ma avrai meno tempo a disposizione perché devi gestire le spedizioni e il dopo vendita.

Ecco il link dove puoi iniziare per aprire il tuo primo negozio Ebay.

Come vendere online anche senza sito internet

Sia Amazon che e Ebay aiutano molto il servizio degli artigiani di prodotti locali.

Ma anche quello delle aziende più grandi, che possono raggiungere in questo modo la visibilità e l’esperienza di acquisto delle migliori aziende in circolazione.

Scegliere il tuo marketplace dipende dalle tue esigenze e da quello che cerchi.

Nessuno ti vieta di creare più marketplace, quindi sia Amazon che Ebay, per vendere i tuoi prodotti.

Sta a te decidere come vendere online.

Quello che ti ho spiegato fino ad ora è utile anche per chi non ha la possibilità di vendere online attraverso il proprio sito e-commerce.

Infatti sia con Amazon che con Ebay puoi creare il tuo negozio online lì dove hai più visibilità, senza l’obbligo di possedere un sito internet attraverso il quale diffondere il tuo prodotto.

Ma vediamo ora come puoi vendere di più, sia che tu abbia il tuo e-commerce privato, il tuo shop-online aziendale, e sia che tu abbia creato o abbia intenzione di creare il tuo negozio Amazon o il tuo negozio Ebay.

Come vendere online e sfruttare il metodo di promozione online con il tuo e-commerce: Google Shopping

Google Shopping è il luogo tipico di Google dove trovare i prodotti che cerchi e dove hai la possibilità di acquistarli online.

Quindi?

Detto questo, se vuoi vendere online con più facilità devi essere assolutamente presente in Google Shopping.

Come Vendere Online con Google Shopping

[fonte immagine: pixabay.com]

Google Shopping permette anche di essere visualizzati per singolo prodotto in alto nei risultati di ricerca Google. Quando un utente cerca quel tipo di prodotto ed è quindi molto più propenso all’acquisto proprio perché lo sta cercando.

Capirai che essere presente dove l’utente sta cercando quello che vendi è fondamentale per un business di successo.

Lo strumento di Google AdWords con la caratteristica di Google Shopping è molto potente e capisci come puoi sfruttarlo per ottenere molto di più dal tuo e-commerce o online shop.

Oggi gli online shop che funzionano davvero bene sono quelli che sfruttano Google Shopping ma anche le Facebook Dynamics Ads.

Che diavolo è?

Se vuoi, il corrispettivo di Google Shopping per Facebook sono le Dynamics Ads. Te ne parlo in questo articolo dedicato anche a questi due strumenti potentissimi e fondamentali. Oltre a tante altre tecniche.

Lasciami spiegare anche che se non hai ancora il tuo e-commerce privato per iniziare bene puoi facilmente crearne uno attraverso la piattaforma WordPress e il plugin di Woocommerce.

Trovi facilmente molto materiale su come fare cercando su Google. Ma non è finita qui.

Per registrare il nome del tuo shop online prima che ci pensa qualcuno al posto tuo ti consiglio di farlo da qui come faccio per me stesso e per i miei clienti. È il migliore servizio in circolazione per ospitare il tuo nuovo shop online targato WordPress.

C’è dell’altro e sai cos’è? Non ci crederai.

Tornando a parlare di Google Shopping, puoi sfruttarlo anche per promuovere il tuo negozio online anche se hai un negozio solo su Amazon o solo su Ebay. Quindi anche senza possedere un sito internet.

Ebay permette di essere promosso su Google Shopping anche con spese a carico di Ebay, attraverso account premium che ovviamente hanno un prezzo più elevato di quello descritto in precedenza.

Ma non lo consiglio.

Consiglio invece di promuoversi da soli attraverso Google Shopping, sia con il proprio shop online, sia utilizzando un negozio Amazon che utilizzando un negozio Ebay.

Infine, oltre a Google Shopping, per capire quali metodi di promozione online hai oggi a tua disposizione, ti consiglio di richiedere la tua copia gratuita del documento “Metodi di promozione online”.

La puoi ottenere compilando i campi qui sotto e la riceverai subito per email.

È incredibile cosa puoi fare oggi, sia che sei una grande azienda, sia che sei una piccola realtà locale che vuole espandersi o ottenere di più.

Scopri come promuoverti online e attirare un maggiore numero di clienti attraverso le vendite online.

Oggi è molto più efficace fare promozione online che farla sui giornali o addirittura in TV.

Scoprirai come è tutto misurabile, come la tua pubblicità online può essere misurata scientificamente.

Oggi chi fa una pubblicità misurata e orientata al risultato non smette mai di farla. Perché?

Perché la pubblicità online continuativa permette di generare profitto e coprire le spese pubblicitarie. Compreso quelle dell’agenzia pubblicitaria.

Ecco come puoi guardare i risultati con i tuoi occhi e renderti conto di come funziona e di quanto ti rende.

Ti auguro una buona e proficua lettura del documento “Metodi di promozione online”. A presto!