Tag Archivio per: consumatori

Articoli

Lugano – In questo articolo ti spiego perché la crisi economica non è colpa tua. Ti rivelo quali punti influenzano la crisi del commercio, la crisi dei negozi e dei commercianti. Capirai come la tua attività commerciale viene influenzata dalla crisi economica. Scopriremo infine una delle cose più importanti che puoi fare oggi per uscire dalla crisi economica aziendale o per alleviare i problemi della crisi.

Se la tua attività commerciale è in crisi, fa fatica ad andare avanti e magari è addirittura a rischio, forse hai già pensato di avere sbagliato qualcosa. Ti posso dire subito che non è colpa tua.

Molti commercianti cercano le cause dei pochi risultati, delle perdite.

Molti commercianti si chiedono sempre perché quell’attività che prima funzionava ora rende di meno.

Quali sono allora le vere cause?

Le cause come sempre sono molteplici.

In questo articolo vediamo assieme che alcune cause possono essere risolte e che la crisi può essere alleviata.

Nonostante tutto però, non sei tu la causa di questo problema che affligge molte persone.

Le crisi accompagnano grandi cambiamenti.

Possono cambiare le condizioni favorevoli di posizione del tuo negozio o della tipologia di servizio che offri.

Possono però cambiare anche le persone, ossia i consumatori.

Hai mai pensato a come è cambiato il mondo del commercio negli ultimi anni?

Il commercio è in continua evoluzione. Ancora oggi.

La crisi economica è un sintomo di questo cambiamento.

Dobbiamo abituarci perché le cose continuano a cambiare sempre più velocemente.

Ecco perché le crisi si susseguono. Anzi, sembrano non finire mai.

Tu però non puoi farti carico delle cause, perché le cause derivano in primo luogo dalle abitudini dei consumatori.

È colpa dei clienti?

Non voglio dire che i tuoi clienti sono la causa. Voglio dire che se il mondo evolve, evolvono anche i tuoi clienti e con essi evolvono anche le attività commerciali.

Fammi spiegare.

Crisi economica

[fonte immagine: Depositphotos.]

È un ciclo, che si ripete, che continua ogni giorno, e non finirà mai.

Bisogna entrare in questo meccanismo che continua a girare e farne parte sempre in prima linea.

Come?

Lo vediamo presto, ora voglio però raccontarti un aneddoto molto importante.

Risolvere la crisi economica che ha sempre forme diverse

Molti anni fa, prima dei computer, c’era un forte commercio locale.

Le prime multinazionali nascevano, però le realtà locali non erano toccate da queste nuove multinazionali. O meglio, non erano toccate in maniera così marcata come oggi.

Perché?

Perché quello che le multinazionali non possedevano lo avevano invece le realtà locali.

Cosa?

Sto parlando delle comunità di persone. Le realtà locali conoscevano i loro clienti, si parlavano e si scambiavano consigli tra un acquisto e l’altro.

Le comunità locali erano persone che si conoscevano, che si fidavano e con cui nasceva uno scambio di beni e servizi, il commercio locale.

Possiamo paragonare la crisi che vivono tutti con il cambiamento da quel mondo ormai lontano da quello di oggi.

Non mi segui?

Ora ti spiego.

Non sto dicendo che oggi non c’è una comunità locale, non c’è fiducia e non c’è passaparola.

Tutt’altro. Oggi il passaparola è la manna dal cielo per molte realtà aziendali.

Le comunità locali sono importanti come allora.

La fiducia in un rapporto commerciale è essenziale in un mondo dove ci sono sempre più persone che ne approfittano perché non trovano altri metodi etici per andare avanti.

Ma le cose sono evolute. Tutto quanto sopra descritto è cambiato, perché le persone hanno cambiato abitudini e oggi agiscono in maniera differente rispetto a prima.

Forse ancora non mi capisci, ti faccio un esempio.

Quando sono subentrate nelle nostre case le pagine gialle nel 1967 il commercio è cambiato.

Davvero?

Forse all’inizio nessuno le utilizzava e molti le cestinavano.

Ma gli innovatori in questo caso sono stati quelli che le hanno utilizzate per primi.

Il commercio è stato così influenzato da un libro contenente tutto il ventaglio di possibilità commerciali a disposizione.

Ma è stato maggiormente influenzato da tutte quelle persone che le hanno utilizzate per primi.

Con comodità e velocità si poteva scoprire chi vendeva un bene o servizio vicino a noi.

Si poteva chiedere opinioni a chi si conosceva sui negozi della zona.

Dunque le relazioni erano sempre importanti e utili. Il passaparola non è mai morto.

Avevano a portata di mano un nuovo strumento per trovare subito e facilmente quello che serviva nella propria zona.

Le abitudini sono cambiate.

Le cose sono cambiate.

Capire il cambiamento delle abitudini per superare la crisi economica aziendale costante

Chiaro, oggi non è più così.

Oggi siamo in un mondo ancora diverso, le abitudini sono cambiate, e il commercio è cambiato.

La crisi è l’evoluzione delle abitudini delle persone che ogni giorno sfruttano nuovi strumenti per trovare ciò di cui hanno bisogno.

A volte riescono a fare a meno di qualcosa che prima avevano bisogno.

Ma non è questo il nostro caso.

Altre volte cercano qualcosa che va bene per le loro nuove abitudini.

Crisi economica aziendale

[fonte immagine: pixabay.com]

Prima di tutto le abitudini cambiano per i più innovativi.

Non sto parlando di tutti.

Un prodotto per tutti non è per nessuno.

Parlo dei più innovativi tra coloro che acquistavano regolarmente da te, il tuo prodotto, il tuo bene o servizio.

Già qui, una fetta di persone viene subito persa dopo un cambiamento delle abitudini.

Successivamente si sparge la voce, subentra il passaparola e la fetta più grande di persone inizia a comportarsi come hanno fatto gli innovatori qualche tempo prima.

Ma gli innovatori stanno già pensando a altro.

Ma come?

Sì gli innovatori adottano subito tutti i nuovi strumenti.

E con il tempo influenzeranno a loro volta la massa centrale del grafico qui sotto.

Crisi economica

[fonte immagine: Pk link da La mucca viola di Seth Godin.]

L’ultima fetta di persone sono i più lenti a cambiare abitudini.

Chi sono queste persone?

Persone molto conservative, che fanno fatica a cambiare, che non si adattano facilmente alle novità. Ma cambieranno anche loro come la massa.

Solamente più tardi.

Mentre gli innovatori apporteranno nella società nuove abitudini, nuovi strumenti, nuovi mezzi per soddisfare i propri bisogni e i propri desideri.

Le 3 tipologie di persone che influenzano le crisi economiche aziendali

Come spiegato precedentemente queste tipologie di persone sono importanti.

Ricapitolando le suddiviso in queste tre fasce di persone diverse.

Ecco le 3 tipologie di persone di cui ho parlato e con cui avrai sempre a che fare:

  • Innovatori
  • Adottatori di massa
  • Conservativi

A sua volta gli adottatori di massa si distinguono in adottatori precoci e adottatori ritardatari.

Non voglio però entrare in merito a questa suddivisione, considerando la massa l’insieme degli adottatori precoci e degli adottatori ritardatari.

Ecco come un negozio, un commercio, un’attività commerciale che nasce oggi, nel giro di poco tempo, o meglio subito, si dovrà occupare di persone con esigenze diverse.

Se stai pensando a quale negozio aprire in tempo di crisi ti consiglierei di aprirne uno che soddisfi il desiderio della massa.

Ma guarderei anche agli innovatori, adattando così la forma del mio nuovo negozio a quello che può essere il suo futuro.

Guardando in questa direzione è necessario restare aperti al cambiamento delle abitudini dei tuoi consumatori.

Chiedersi quando la crisi sarà finita o quando si uscirà dalla crisi per aprire un’attività non è la soluzione.

La soluzione è cavalcare la crisi e riuscire a cogliere le sue opportunità.

Quali?

Lo vediamo ora. Continua a leggere.

Soluzioni per uscire dalla crisi economica

Alcune persone sanno come approfittare della crisi economica, concentrandosi sugli innovatori, sulla massa, e addirittura sulla fascia di conservatori.

Il problema della crisi non è tuo, il problema è dato dalle abitudini dei consumatori.

No. Come ho già detto la crisi economica non è causa tua. Eccoci arrivati al punto in cui ti dico che tu puoi affrontare la crisi.

Come?

Scegliendo a chi vuoi rivolgerti. E l’ideale è accontentare tutte le tre fasce di persone per sopravvivere alla crisi economica e ai suoi cambiamenti. Spesso epocali.

Come puoi fare?

Concentrandoci sulla realtà attuale della tua attività commerciale.

Ma concentrandoci anche sulle tecnologie, sul digitale, sulle nuove forme adottate oggi per raggiungere nuovi clienti in maniera diversa.

Perché in maniera diversa?

Come uscire dalla crisi economica

[fonte immagine: pixabay.com]

Perché come detto le abitudini continuano a cambiare, e alcuni le cambiano più velocemente degli altri.

Se qualche anno fa la tua attività commerciale era performante e ora non lo è più è perché una fetta di tuoi clienti ha cambiato abitudini.

Una fetta di tuoi clienti innovatori e anche quelli di massa hanno adottato abitudini diverse e bisogna dargli la possibilità di soddisfarle continuando a farlo attraverso la tua attività commerciale.

Oggi il commercio deve rivolgersi in maniera differente a queste tre fasce di consumatori.

C’è per esempio chi preferirà farti visita in negozio, chi ti ordina per e-mail e chi acquisterà dal tuo shop online facendolo addirittura dal suo smartphone.

Sono tre persone completamente diverse per tre differenti tipologie di servizi e tre differenti stili di comunicazione e relazione.

Vuoi dire che mi sto concentrando solo su un tipo di persona?

Esattamente. Un tipo di persona che sta sempre diventando sempre più rara. Come sempre e come tutti i tipi di persona.

Perché noi evolviamo in quello che è il cambiamento delle abitudini.

Non è necessario creare uno shop online, o aprire la pagina Facebook della propria attività.

È diverso.

O meglio è incompleto.

Adottare le strategie necessarie per combattere la crisi economica, alleviare la crisi e salvarsi

Attraverso strategie e tecniche digitali è necessario essere presente agli occhi delle persone costantemente, in tutti i formati, in diversi tipi di comunicazione, su tutti i media della tipologia di cliente che vuoi raggiungere.

Vuoi sapere qual è una delle tecniche digitali più in voga oggi?

Una di queste tecniche è quella di intercettare la domanda di beni e servizi direttamente tramite Google.

Sembra assurdo ma molte persone oggi cercano quello di cui hanno bisogno su Google.

Quando trovano un risultato curiosano.

E banalmente per esempio cliccano all’interno della pagina web per telefonare all’attività commerciale e finalizzare la loro richiesta o esprimere il loro desiderio.

Poche aziende sfruttano questa possibilità perché questa possibilità non c’è da sempre.

Sai che a un costo minimo puoi essere presente nella prima pagina di Google?

Puoi esserlo anche gratis. Ma con una facilità incredibile e fin da subito puoi esserlo anche pagando Google in base a quante visite ti porta.

E la maggior parte delle persone che visitano il tuo sito per esempio telefonano alle attività commerciali che trovano. E sai perché è importante?

È come essere nella rosa dei candidati, ovviamente se non ci sei non puoi concorrere al risultato finale, invece se ci sei ti giochi la tua possibilità di essere il vincitore finale.

Questa possibilità si sta sviluppando oggi nella massa delle persone, la fascia centrale. Gli innovatori lo hanno fatto da tempo e ora la massa risponde a questo strumento.

Presto anche le persone cosiddette ritardatarie cambieranno la loro abitudine e inizieranno fare la stessa cosa che gli innovatori hanno già fatto qualche anno fa.

Conoscendo in anticipo le tendenze delle abitudini, cogliendo i cambiamenti, quello che si perde in una fetta di persone che sono state sempre nostre clienti, si guadagna dall’altra parte con nuovi clienti.

Ecco come fare a risolvere il problema crisi o alleviare il problema della crisi economica.

Rinnovando così il ciclo per il quale l’evoluzione e il cambiamento delle abitudini è l’unico colpevole dei tuoi mancati guadagni.

Tecniche come questa le spiego più dettagliatamente nel prossimo articolo dove parlo di tecniche pubblicitarie e di marketing per ritrovare la tua fetta di clienti mancante.

Scoprirai tecniche che oggi usano le multinazionali e solo qualche altra piccola azienda.

Sono tecniche con le quali puoi già anticipare gran parte della tua concorrenza.

A causa dello stesso discorso di abitudini di cui ti ho parlato.

Non è colpa tua se la tua clientela si è assottigliata a causa della crisi economica.

Ci sono però aziende come persone che cambiano abitudini più facilmente e aziende che le cambiano solo dopo.

È normale, non tutti siamo propensi a fidarci dei nuovi strumenti così facilmente come gli innovatori.

Ma prima o poi ci adatteremo e lo faremo.

Spesso conoscerli è solo il punto di partenza per cambiare abitudini. È chiaro che non si può immaginare cose che ancora non esistono.

Se però questi strumenti e queste tecniche ti vengono spiegate puoi iniziare a valutare quello che puoi fare. In altri casi le noterai solo quando le stanno già utilizzando gli altri.

Funziona così per tutti, non siamo scienziati che prevedono il futuro.

Siamo persone che guardano il mondo e vedono le differenze solo quando le incontrano.

Se sei curioso di scoprire queste nuove tecniche ti consiglio di leggerle subito in questo nuovo articolo.

[Bibliografia]: La mucca viola di Seth Godin.